Incentivi statali
Incentivi statali per impianti fotovoltaici e solare termici
Eurosystems Impianti - Automazioni
Eurosystems Impianti - Sistemi per l'accumulo di energia
Eurosystems Impianti - Citofonia per singole abitazioni e condominiale
Eurosystems Impianti - Domotica
Eurosystems Impianti - Elettrici ed elettrotecnici, certificazioni civili ed industriali
Eurosystems Impianti - Folovoltaici, eolici, sistemi per l'energia da fonti rinnovabili
Eurosystems Impianti - Solare termico e termodinamico, per impianti idrici sanitari e riscaldamento
Eurosystems Impianti - Video sorveglianza, controllo remoto, ip camere e video recorder
Eurosystems Impianti - Antifurti e sicurezza, sensori antincendio, sistemi per la sicurezza degli ambienti domestici e lavorativi
Eurosystems Impianti - Antennistica, digitale terrestre, satellitare
Eurosystems Impianti - Eolico e minieolico
icon LEGGI E NORMATIVE

Sempre più spesso le leggi vigenti agevolano o impediscono le nostre idee... Districarsi fra le migliaia di normative non è cosa semplice! Per questo motivo studiamo ed analizziamo leggi e normative, agevolando le vostre idee ed esigenze.

icon TECNICHE E MATERIALI

Dicerie o voci fondate hanno dissuaso alcuni dal realizzare il progetto di una vita, o anche no... Conoscere tecniche e materiali disponibili utilizzati nella realizzazione di impianti, leggere recensioni ed opinioni fidate, possono aiutarti e schiarirti le idee.

icon GARANZIE E MANUTENZIONE

Un impianto fotovoltaico: Quanto dura? 10, 20 o 30 anni? Quale manutenzione necessita? Quanto conviene? Queste e molte altre domande, insorgono nella mente di coloro che si avvicinano al mondo dell'energia da fonti rinnovabili. Trova le risposte nel Blog


COSA FACCIAMO

OUR PORTFOLIO

NEWS

  • A MISS MONDO PREMIATA LA MISS EUROSYSTEMS IMPIANTI 2014 [...]

  • Proroga delle detrazioni fisca
  • Positiva la proroga delle detrazioni fiscali ma pensiamo a renderla strutturale così da programmare interventi a lungo termine. Sembra ormai certo, anche se aspettiamo l'OK definitivo delle Camere, che nella Legge di Stabilità presentata ieri da Matteo [...]


CONTACT US
Eurosystems Impianti

Sede Amministrativa

icon 1 Via Gagliardi 7 Reggio Calabria 89131

icon 2800-82 12 47

Sede Operativa

icon 1Viale A. Moro 1° tr. Nicolo - RC

icon 2+39 0965 682097

SEO

Claudio ChindemiCel. +39 333 29 58 362

Responsabile Tecnico

Samuele ChindemiCel. +39 340 99 17 286

Modulo contatti online


TORNA SU

ALTRO

Installazione di Impianti Fotovoltaici e termici "chiavi in mano"

Eurosystems dal 2003 garantisce la massima cura nella realizzazione degli impianti fotovoltaici e termici
con la formula "chiavi in mano" sinonimo di "zero pensieri".
Grazie all’esperienza ed alle capacità dei propri installatori professionisti presenti sul territorio
e forte di un'esperienza pluriennale, possiamo soddisfare le esigenze anche dei clienti più attenti.

Per noi la progettazione e l’installazione di impianti deve essere eseguita da mani esperte e con la massima cura,
per garantire sempre, la piena soddisfazione del cliente.
Esperienza, professionalità, efficienza e rapidità sono i nostri elementi distintivi.

Consapevoli della valenza strategica della fase di installazione di un impianto tecnologico
e della necessità imprescindibile di partner qualificati,
abbiamo selezionato una ristretta cerchia di appassionati del settore Green,
che come noi, sono impegnati attivamente in quella che non è una semplice tendenza del momento,
ma uno stile di vita in armonia con la natura circostante.

Siamo talmente sicuri dei prodotti che abbiamo usato in questi anni che possiamo anticiparne le loro caratteristiche!
Gli stessi materiali che troverete nell’impianto scelto insieme alla consulenza di uno dei nostri tecnici qualificati.

EuroSystems Impianti: LEGGI e NORMATIVE


Leggi e trattative che hanno permesso gli incentivi per l'energia da fonti rinnovabili
Trattato di Maastricht

Il Trattato di Maastricht assegnava come obiettivi dell'UE il promuovere una crescita economica durevole e non troppo dipendente dalle fluttuazioni dei prezzi dell'energia, il tutto rispettando la qualità dell'ambiente. Da parte sua il Trattato di Amsterdam incorpora il principio dello sviluppo sostenibile tra gli obiettivi della Comunità Europea. Sin dal 1997, lavora per raggiungere un contributo netto di almeno il 12% per le energie rinnovabili (obiettivo da raggiungere nell'anno 2010). Il piano prevede che le energie rinnovabili coprano il 12% di tutti i bisogni energetici della UE ed il 22% del consumo di elettricità per l'anno già menzionato.
Conferenza di Johannesburg
La Conferenza di Johannesburg non ha prodotto il cambio radicale che si aspettava da dieci anni dopo la fine della Conferenza di Rio. Non sono stati stabiliti obiettivi concreti per il settore energetico, lasciando delusi molti dei paesi partecipanti. L' Unione Europea propose che si decidesse un aumento della percentuale delle "energie rinnovabili" del 1,5 %, su scala mondiale fino al 2010. Nonostante questo, nel piano di azione concordato a Johannesburg, si riuscì soltanto ad auspicare un aumento "sostanziale". Non vennero fissati traguardi obbligatori e neanche termini di tempo.
La UE non conforme con questo risultato[non chiaro] riuscì a riunire alcune nazioni in un gruppo di "paesi pionieri". che si decisero di stabilire ambiziosi obiettivi nazionali e, nel possibile, regionali, per poter creare da questi dei traguardi mondiali. La Johannesburg Renewable Energy Coalition (JREC) accoglie nel frattempo più di 80 paesi, oltre quelli della UE, Brasile, Sudafrica e Nuova Zelanda.
Nella conferenza europea di Berlino (2004), la UE ha stabilito i propri ambiziosi obiettivi. Il risultato da raggiungere è quello di coprire con le fonti rinnovabili, entro il 2020, il 20 per cento del consumo totale di energia. Fino ad allora, la UE auspicava soltanto di raddoppiare la percentuale di "energie rinnovabili" fino ad arrivare a un 12,5 per cento entro il 2010, senza stabilire obiettivi fino al 2020.

Energia eolica nell'Unione Europea

La costruzione di generatori eolici è particolarmente sviluppata in Germania, Spagna e Danimarca. Dai risultati di uno studio condotto da EUWINet (progetto finanziato parzialmente dalla Commissione europea), risulta che la crescita annua del mercato europeo dell'energia eolica è circa del 35%. Inoltre, i dati evidenziano che i Paesi membri dell'Unione Europea apportano il 75% dell'energia eolica mondiale.
Grazie allo sviluppo che l'uso e lo sviluppo di questa fonte rinnovabile hanno conosciuto, il mercato dell'eolico ha prodotto nella UE più di 20.000 posti di lavoro.
Nel 2005 è stato presentato a Bruxelles il consiglio mondiale dell'energia eolica (GWEC) con il proposito di aiutare le diverse associazioni nazionali a sviluppare l'energia eolica in tutto il mondo. Fanno parte del consiglio: l'Unione Europea, l'Australia, il Canada, la Cina, il Giappone, l'India e gli USA.

Energia solare fotovoltaica

La necessità di uno sviluppo strategico e organizzato dei sistemi fotovoltaici nella UE ha portato alla creazione di PV-NET, una rete che riunisce i rappresentanti di tutti i settori della ricerca, dello sviluppo e dell'industria del solare. PV-NET incoraggia la comunicazione tra gli interlocutori attraverso l'organizzazione di conferenze, work-shops e congressi.
L'interazione ha portato alla modifica della lettera di vettura, finita nel 2003, con lo scopo di fornire solide basi per i leader UE e ai cittadini europei per fondare le loro decisioni e la politica di formazione e in modo da aiutare l'obiettivo da raggiungere imposto dalla Commissione Europea di moltiplicare l'uso degli impianti fotovoltaici di 30 volte entro il 2010. Nel 2002, la produzione mondiale dei moduli fotovoltaici sorpassò 550 MW, di cui più del 50% fu prodotto in UE. Alla fine del 2011, La Germania è la prima nazione dell'EU, nel settore del fotovoltaico, seguita dall'Italia che si colloca al secondo posto nel mondo per potenza fotovoltaica installata (12,7 GW a fine 2011). In Spagna invece si trova la centrale elettrica solare fotovoltaica più grande del mondo, inaugurata nel settembre 2008 a Olmedilla, nella comunità autonoma di Castilla-La Mancha. Il complesso, con una potenza di picco di 23 MW, è stato costruito dalla Nobesol.

EuroSystems Impianti: TECNICHE e MATERIALI


Partiamo da Zero

Quando, dopo aver accuratamente progettato l'impianto fotovoltaico o solare termico, si giunge al montaggio, si presenta la sfida della scelta dei materiali. Molte aziende propongono materiali di dubbia resistenza all'usura del tempo. Considerando che questo impianto è progettato per durare oltre 20 anni dall'installazione, si comprende chiaramente che non è così banale la scelta deimateriali e dell'installazione degli stessi. Illustriamo di seguito come, nella noram, si procede all'installazione di un impianto. Prenderemo ad esempio l'installazione su tetto piano, che dinorma richiede un procedimento specifico.

La struttura portante viene ancorata alla struttura sottostante con materiali che garantiranno nel tempo l'assoluta capacità di impermeabilizzazione titpica della superfice circostante.

Chiaramente ogni barra è fissata a qualla adiacente con apposite staffe.

Infine si procede all'installazione dei pannelli, anch'essi ancorati su 4 punti alla struttura sottostante.

Conclusa la parte strutturale, si passa alla sezione elettrica.

I collegamenti a tenuta stagna permetto la realizzazione di un circuito chiuso in serie.

Questi collegamenti, un minimo di due cavi, vengono condotti fino all'inverter che a sua volta è allacciato alla rete elettrica attraverso due contatori, quello tradizionale Enel e quello installato di seguito dalla quale passerà l'energia prodotta dall'impianto stesso. Fine dei lavori

TORNA SU